Analogica

Il doppio legame tra diritto e analogia

  • Collana

    Tà´b. Collana di antropologia ed estetica giuridica

  • Data di pubblicazione

    giugno 2018

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    184

  • ISBN

    9788892116450

€ 22,00

Disponibile

- +
Vedi prodotti correlati
Abstract
Contattaci
Abstract

In questa monografia, il termine ‘analogica’ esprime lo scarto tra codici con cui si esprime il diritto, la logica e l’analogia, sulla scorta delle ricerche filosofiche di Enzo Melandri, secondo cui l’uso dell’analogia non può essere giustificato logicamente, né in generale né nel diritto.

Rispetto allo studio ormai pioniere di Bobbio (1938), in cui l’analogia è intesa essenzialmente come argomento da giustificare razionalmente attraverso «leggi di validità», dall’analisi di Melandri l’analogia emerge come un vero e proprio campo di operazioni, in cui l’argomentazione si affianca alla conoscenza e alla classificazione della realtà.

A cavallo tra epistemologia e ontologia del diritto, l’analogia si presenta oggi, in un regime di pluralismo degli ordinamenti, come tecnica fondamentale - e naturalmente approssimativa - del diritto.

L’idea centrale di Analogica è che nel diritto l’uso dell’analogia, multiforme e talora oscuro sul piano logico, sia sempre necessario: è questo il «doppio legame» tra diritto e analogia.

Contattaci

Richiedi informazioni


Analogica

Analogica

06/2018

PDF protetto da DRM

CONDELLO A.
€ 14,99