Smart roads e driverless cars: tra diritto, tecnologie, etica pubblica
  • Collana

    Diritto e vulnerabilità

  • Data di pubblicazione

    marzo 2019

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    160

  • ISBN

    9788892119956

€ 18,00

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract

Il volume raccoglie diversi contributi in tema di guida autonoma facendo intersecare le prospettive più strettamente tecnologiche e informatiche con quelle etiche e giuridiche.
Lo sviluppo di questo tipo di veicoli, infatti, porta con sé implicazioni positive di significativo impatto, contribuendo al raggiungimento di rilevanti interessi generali (tra cui, per esempio, l’inclusione di persone in situazioni di vulnerabilità), ma allo stesso tempo solleva inedite questioni e nuovi temi di riflessione, sia sul piano prettamente giusfilosofico sia con riferimento allo stretto diritto positivo.
I contributi qui raccolti, pertanto, affrontano il tema della guida autonoma, nel tentativo di offrire un primo quadro delle sfide emergenti e delle possibili metodologie di impostazione dei problemi, quando non anche già degli spunti per la loro soluzione.

Hanno collaborato al volume Thomas Casadei, Luca Chiantore, Michele Colajanni, Vittorio Colomba, Francesco De Vanna, Alessandro Di Rosa, Isabella Ferrari, Michele Ferrazzano, Francesco Leali, Mirco Marchetti, Noemi Miniscalco, Simone Scagliarini, Serena Vantin e Gianfrancesco Zanetti.


La collana “Diritto e vulnerabilità” è lo strumento del quale il CRID - Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazione e vulnerabilità (www.crid.unimore.it) dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, con sede presso il Dipartimento di Giurisprudenza, si è dotato per dare forma strutturata, in veste di pubblicazioni, ad alcuni studi e attività che costituiscono una parte integrante della sua mission – sono le promesse mantenute del Centro.

In essa trovano posto indagini teoriche e ricerche empiriche, ricostruzioni storiche e analisi istituzionali, nonché riflessioni e testimonianze della ricerca e del dibattito pubblico contemporanei, che hanno affrontato o affrontano vecchie e nuove configurazioni della discriminazione e della vulnerabilità.

È aperta a studiosi e studiose di ogni estrazione e di ogni orientamento dottrinale.

Comitato scientifico:

Tindara Addabbo (Univ. di Modena e Reggio Emilia), Alberto Andronico (Univ. di Catania), Francesco Belvisi (Univ. di Modena e Reggio Emilia), Thomas Casadei (Univ. di Modena e Reggio Emilia), Michele Colajanni (Univ. di Modena e Reggio Emilia), Alessandra Facchi (Univ. di Milano), Orsetta Giolo (Univ. di Ferrara), Marina Lalatta Costerbosa (Univ. di Bologna), Valeria Marzocco (Univ. di Napoli Federico II), Susanna Pozzolo (Univ. di Brescia), Nicola Riva (Univ. di Milano), Serena Vantin (Univ. di Modena e Reggio Emilia), Gianfrancesco Zanetti (Univ. di Modena e Reggio Emilia).

Contattaci

Richiedi informazioni