IL CROWDFUNDING IN ITALIA

Una regolamentazione all'avanguardia o un'occasione mancata? Prefazione di Daniela Castrataro (Presidente Italian Corwdfunding Network). Contributo di Oliver Gajda (Presidente European Corwdfunding Network)

Collana
Focus
  • Data di pubblicazione

    settembre 2013

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    180

  • ISBN

    9788875242565

€ 20,00

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
L'Italia è il primo Paese al mondo che si è dotato di una legge e di un regolamento, adottato dall'autorità  di vigilanza, per regolare il cd. equity based crowdfunding. Un fenomeno prodotto dal web 2.0, che per sua stessa natura si autoregola, sembra essere divenuto ancor più famoso in seguito all'adozione di una legge e di un regolamento dedicati, nati dall'incontro tra due ambienti estremamente diversi tra loro: il web 2.0 e il mondo finanziario tradizionale. Il libro, dopo aver brevemente descritto le diverse modalità  con le quali si è sviluppata la raccolta di fondi da parte delle piattaforme online, in Italia e all'estero, analizza il contenuto delle norme che hanno disciplinato la materia: la Legge 221 e il Regolamento Consob 18592, con il quale la stessa è stata attuata in dettaglio. Inoltre è stata dedicata attenzione all'esame di quelle ulteriori normative che potrebbero trovare applicazione nei confronti dei soggetti che siano interessati a gestire un portale di crowdfunding, a prescindere dalla legislazione specificamente adottata in materia ed è stata compiuta un'analisi di tipo comparatistico con l'ordinamento legislativo di alcuni Paesi come gli Stati Uniti (dove già  esiste una legislazione di rango primario, introdotta con il JOBS Act), l'Inghilterra e la Germania, dove il fenomeno del crowdfunding si è già  diffuso in maniera molto rilevante e sembra sarà  regolato a breve.
Contattaci

Richiedi informazioni