ll rapporto di agenzia. dell' Accordo Economico Collettivo 30 luglio 2014 .

Aggiornato al nuovo AEC 30 luglio 2014 .

Collana
Il nuovo diritto del lavoro
  • Data di pubblicazione

    giugno 2015

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    360

  • ISBN

    9788875243159

€ 40,00

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
Il volume vuole offrire un contributo all’informazione dei professionisti e degli operatori nel settore del rapporto di agenzia con criteri di praticità e completezza. La disciplina del contratto di agenzia ha subito importanti evoluzioni sia sotto il profilo processuale sia, soprattutto, sotto quello sostanziale. La trattazione in particolare parte dal presupposto che la materia, nel nostro Paese, è caratterizzata dal tentativo di integrazione fra contrattazione collettiva e disciplina legislativa del rapporto. Sono infatti intervenute rilevanti modifiche delle norme del codice civile relative al rapporto di agenzia: dalla riforma realizzata nel 1999 (per dare completa attuazione alla direttiva europea), alla sostanziale abolizione dello star del credere e all’introduzione di un compenso per il patto di non concorrenza postcontrattuale con gli interventi delle leggi comunitarie del 1999 e del 2000.Gli AEC del 2002, successivi alla riforma di legge hanno disciplinato le notevoli innovazioni: le variazioni di zona, clientela e provvigione, l’obbligo di non concorrenza postcontrattuale e relativa indennità, l’indennità di scioglimento del rapporto.Tra gli argomenti trattati assume un ruolo rilevante quello dell’indennità di scioglimento del rapporto, che costituisce da sempre un aspetto particolarmente delicato, oggetto di frequenti controversie tra le parti. In relazione a tale questione si è voluta analizzare in modo approfondito la problematica, molto dibattuta sia in dottrina che in giurisprudenza, della validità della disciplina collettiva rispetto a quella dell’art. 1751 c.c., anche alla luce della giurisprudenza comunitaria e di quella della Suprema Corte di Cassazione. L’AEC del 2014 disciplina l’istituto in esame in modo innovativo rispetto a quello precedente e nel testo si affronta la questione della compatibilità della norma collettiva con la disciplina comunitaria.Il presente volume fornisce un quadro aggiornato della materia, anche con riferimento alle sentenze di merito e di legittimità cercando di citare tutte le pronunce disponibili sul tema, in modo da consentire al lettore una valutazione più approfondita possibile della giurisprudenza.
Contattaci

Richiedi informazioni