Crisi economico- finanziaria e intervento dello Stato.

Modelli comparati e prospettive. Atti del Convegno dell'Associazione di DIRITTO PUBBLICO COMPARATO ED EUROPEO. Firenze, 18 novembre 2011. In collaborazione con la Fondazione Cesifin Alberto Predieri.

  • Data di pubblicazione

    giugno 2012

  • Formato

    PDF protetto da DRM

  • Pagine

    304

  • ISBN

    9788892151413

€ 22,99

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
L'attuale crisi finanziaria ed economica ha messo in evidenza che il sistema di regole sedimentate negli ultimi ventanni, ovvero la liberalizzazione dei mercati nazionali e il diretto intervento statale in economia confinato a casi marginali, deve essere seriamente ripensato. Ciò non tanto per l'affermarsi di una esplicita ideologia anti¬mercato, quanto per la scoperta della inadeguatezza degli strumenti disponibili per fronteggiare l'emergenza. Gli effetti della crisi hanno infatti reso necessario adottare, in Europa come negli Stati Uniti, una serie di misure straordinarie da parte dei governi, a sostegno del sistema creditizio, a sostegno della economia reale, a sostegno sociale delle famiglie. Ma detti interventi hanno aggravato, sia pur in modi diversi, l'esposizione debitoria degli Stati. La crisi greca che è esplosa nella primavera del 2010 ha poi ulteriormente complicato il quadro complessivo, obbligando l'Unione Europea ad adottare una serie di misure di governance volte a salvare gli Stati più indebitati e imponendo nel contempo ai medesimi di impegnarsi nella riduzione del proprio debito e a rispettare più severi parametri di finanza pubblica. Sono misure adeguate? Ci sono alternative? Esiste ancora un futuro per l'economia di mercato?
Contattaci

Richiedi informazioni