Introduzione all'antropologia giuridica

  • Data di pubblicazione

    giugno 2015

  • Formato

    PDF protetto da DRM

  • Pagine

    94

  • ISBN

    9788834864531

€ 11,99

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
L’antropologia giuridica nasce nella prima metà del Novecento come scienza sociale volta a studiare le norme, le pratiche, i fatti con caratteristiche giuridiche presso popolazioni lontane, caratterizzate da cultura orale e organizzazione sociale semplice, ma già a partire dalla metà dello stesso secolo le ricerche antropologico-giuridiche si estendono a qualunque società. Oggi nell’antropologia giuridica confluiscono gli studi sul pluralismo giuridico e normativo, sull’analisi del rapporto tra diritti umani universali e interpretazioni locali degli stessi; gli studi sull’acculturazione giuridica e sulle rivendicazioni dei diritti sulla terra da parte dei popoli indigeni; gli studi sulla convivenza e i conflitti tra culture giuridiche in Europa derivanti dai movimenti migratori.Lo scopo del volume è introdurre il lettore all’antropologia giuridica, con uno sguardo alla teoria e ad alcuni campi di applicazione della ricerca. Trovano così spazio definizioni di diritto proposte da studiosi come Bronislaw Malinowski, Edward Adamson Hoebel e Leopold Pospíšil; il concetto di disputa e il paradigma fondamentale del pluralismo giuridico. Vengono poi analizzati l’ambito, in continua espansione, dell’antropologia dei diritti umani e alcune questioni legate al carattere multiculturale delle attuali società europee: l’uso del burqa e le mutilazioni genitali femminili.
Contattaci

Richiedi informazioni