Lavoro ed esigenze dell'impresa fra diritto sostanziale e processo dopo il Jobs Act

Collana
Biblioteca di diritto del lavoro
  • Data di pubblicazione

    dicembre 2016

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    400

  • ISBN

    9788892105973

€ 46,00

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
Come indica significativamente il titolo – “Lavoro ed esigenze dell’impresa: garanzie ed effettività tra diritto sostanziale e processo dopo il Jobs Act” – il volume cerca di rispondere ad una domanda che tutti i cultori del diritto del lavoro si sono posti all’indomani dell’entrata in vigore degli otto decreti legislativi emanati dal Governo Renzi, che vanno sinteticamente sotto il nome di Jobs Act: in che misura e fino a che punto le nuove regole del lavoro abbiano intaccato le categorie giuridiche fondamentali della materia. Studiosi fra i più autorevoli della disciplina (sia di diritto sostanziale che di diritto processuale) hanno cercato di rispondere a tale interrogativo vagliandone l’incidenza sulla fisionomia complessiva del diritto del lavoro e sul destino delle sue componenti basiche. Il volume tocca perciò gli snodi principali del diritto e del processo del lavoro fra cui si segnalano: l’inderogabilità delle fonti, il tipo contrattuale, il lavoro autonomo, le mansioni, i licenziamenti e finanche il possibile reimpiego degli strumenti civilistici come dispositivi maggiormente garantistici a fronte di un declinante diritto del lavoro; così come il volume si chiede in che misura le riforme che hanno interessato il processo garantiscano in termini di effettività i diritti di imprese e lavoratori. “Lavoro ed esigenze dell’impresa: garanzie ed effettività tra diritto sostanziale e processo dopo il Jobs Act” si rivolge quindi sia a chi si accosti alla materia per farne oggetto di apprendimento ed approfondimento sia a chi ne faccia concreta applicazione quotidiana.
Contattaci

Richiedi informazioni