Imprenditori e imprese nelle procedure concorsuali

  • Data di pubblicazione

    ottobre 2014

  • Formato

    Copertina Flessibile

  • Pagine

    216

  • ISBN

    9788834849859

€ 20,00

Disponibile

- +
Abstract
Contattaci
Abstract
Il volume raccoglie una serie di articoli in tema d impresa, o piccola impresa, pubblicati su varie riviste e raccolte di saggi dal 2004 a oggi. Il filo conduttore è costituito dal rilievo che le due definizioni dettate dagli artt. 2082 e 2083 c.c., pur essendo rimaste invariate dal 1942, hanno assunto, nel tempo, un significato e una portata alquanto diversi. Tale apparente anomalia si spiega, se si considera che il codice è stato promulgato sotto il regime fascista, nel quale l'impresa faceva parte a pieno titolo dell ordinamento corporativo (abrogato nel 1944); ma si spiega, soprattutto, se si considera che le predette norme servono, in primo luogo, a fissare l'ambito di applicazione della legge fallimentare, e quindi hanno subito sul piano ermeneutico il riflesso del progressivo mutamento di funzione delle procedure concorsuali. Questa duplice chiave di lettura permette di chiarire molte cose: innanzi tutto, come mai la professionalità abbia perduto l'originaria valenza corporativa, anche se tuttora molti limiti all'applicazione dello statuto dell'imprenditore dipendono dall'appartenenza a determinati ceti sociali (imprenditori agricoli, liberi professionisti, artigiani, etc.); in secondo luogo, come mai l'elemento dell organizzazione sia stato a lungo sottovalutato, con la conseguenza d'attribuire all'imprenditore connotati in qualche modo sovrapponibili alla vecchia figura del commerciante; infine, come mai il requisito dell'economicità sia stato inteso, ora come scopo di lucro, ora come copertura dei costi con i ricavi, ora come ottimizzazione delle scelte gestionali.
Contattaci

Richiedi informazioni